Home page Formazione Lavoro Servizi Scuola Contatti

Bar e Caffetteria: cos'è e come si usa l'AeroPress

Uno strumento innovativo e molto utile da usare dietro al bancone

Pubblicato il 11/10/2018

Se stai frequentando un corso caffetteria ne avrai già sentito parlare, mentre se sei nuovo del settore forse ne avrai gustato l'operato in un buon espresso: stiamo parlando dell'AeroPress, uno strumento per la lavorazione del caffè che sta conoscendo un successo sempre più grande, in Italia e all'estero.

Gli strumenti da barista che accompagnano il lavoro dietro il bancone sono piuttosto numerosi e una buona parte di questi è dedicata proprio alla preparazione del caffè. Ai metodi tradizionali si affiancano le attrezzature più moderne e innovative che, grazie a un corso barman e all'esperienza, puoi conoscere e imparare ad usare. 

Oggi ti parliamo dell'AeroPress, delle sue origini e di come usarlo per preparare un ottimo caffè.

Attrezzatura da bar: l'importanza dell'AeroPress

L'AeroPress è uno strumento per la lavorazione del caffè di nascita piuttosto recente; è stato inventato nel 2005 da Alan Adler, presidente dell'Aerobie, azienda produttrice di freesbee. Si dice che l'ispirazione sia venuta proprio dall'esigenza degli sportivi di preparare un rigenerante caffè in poco tempo e in ogni condizione. 

È un strumento particolarmente apprezzato dagli studenti dei corsi di caffetteria perché permette di preparare un espresso impeccabile in modo versatile. Si rivela quindi una risorsa molto utile per chi sogna di diventare barman.

AeroPress: come è composto e come usarlo

La struttura dell'AeroPress è composta da due cilindri di nidificazione: un cilindro ha una tenuta ermetica flessibile e si inserisce all'interno del cilindro più grande, simile a una siringa. I cilindri sono stampati in polipropilene colorato in grigio. 

I filtri utilizzati per la macina del caffè sono i filtri AeroPress oppure filtri metallici sottili a forma di disco; il caffè viene macinato per 10-15 secondi, un tempo che varia in base alla macinatura e pressione scelte. Il caffè macinato fine viene posizionato sul fondo del cilindro più grande sopra un microfiltro di carta; l'acqua calda – la temperatura ottimale è di circa 79 o 85 ° C – viene quindi versata sul caffè e questa miscela viene agitata per circa 10 secondi prima di essere forzata attraverso il microfiltro, spingendo lo stantuffo verso il basso.

Nonostante sia un metodo piuttosto nuovo, l'AeroPress è uno strumento che sta conquistando sempre più amanti del caffè ed è sempre più utilizzato anche nei corsi barman.

Un corso caffetteria per conoscere tutti i segreti

Come diventare barman e conoscere tutti i segreti che rendono il lavoro dietro al bancone una vera e propria professione? Segui un corso barman o un corso caffetteria Flair Academy: avrai una solida base per proporti in questo settore lavorativo.

Scoprirai come usare tutti i metodi di lavorazione del caffè e gli strumenti da usare come l'AeroPress, vedendo nel dettaglio tecniche e trucchi per preparare un cappuccino o un caffè impeccabile!

Se invece sei un professionista e sei interessato all'acquisto di un AeroPress, puoi scriverci una mail all'indirizzo info@e-bar.it