Richiedi informazioni

BLOG

HomeBlogBar tools

Attrezzatura per barman: lo shaker

L'attrezzatura indispensabile per un bartender

Pubblicato il 08/09/2017

Il cocktail shaker o più semplicemente shaker è uno degli strumenti più conosciuti e visti dietro il bancone di un bar. Si tratta di uno strumento utilizzato per miscelare gli ingredienti nella preparazione dei cocktail. Il termine deriva dal verbo inglese shake "scuotere", ed è effettivamente questo il loro impiego durante la preparazione di drink.

Il cocktail shakerato si ottiene inserendo tutti gli ingredienti per la preparazione e agitando per un tempo variabile dai 10 ai 15 secondi. All’interno dello shaker è possibile inserire gli ingredienti più diversi che possono spaziare da succhi di frutta, sciroppi, liquori, puree di frutta, caffè o panna a seconda del drink che si vuole preparare.

Ma quando è diventato lo shaker l'oggetto distintivo del barman? La sua storia parte da lontano, quando nel 1871 William Hernett presenta all’ufficio brevetti di New York una richiesta di licenza per la fabbricazione di uno strumento da utilizzare per miscelare le bevande. 

Resta celebre inoltre lo shaker in argento usato dal Presidente degli Stati Uniti Roosevelt per prepararsi il primo Martini dopo la fine del proibizionismo. 

Tipologie di cocktail shaker

In commercio e dietro ai banconi dei bar si vedono numerosissime tipologie di shaker, tuttavia i più diffusi sono il Boston shaker, detto anche l’americano, il mixing tin bilanciato, il clobber shaker e lo shaker parisienne.

Il Boston Shaker è composto da due parti ad incastro, il mixing tin in acciaio, il mixing glass in vetro oppure un half tin.

Il mixing tin bilanciato, dotato di un peso concentrato sul fondo è lo strumento preferito dai flair bartender grazie alla sua perfetta maneggevolezza fondamentale durante le performance di exhibition flair ma anche nella miscelazione classica.

Il cobbler shaker, chiamato anche shaker tradizionale o continentale, è composto da tre parti: la parte inferiore in acciaio che ha il compito di contenere gli ingredienti, la prima parte superiore costituita da un tappo traforato che svolge la funzione di strainer e una seconda parte superiore che rappresenta il coperchio e che all’occorenza può essere utilizzato anche come dosatore degli ingredienti.

Lo shaker parisienne o francese è realizzato interamente in acciaio ed è composto da due parti, qualla inferiore in cui si inserisce il ghiaccio e quella superiore in cui si inseriscono gli ingredienti del cocktail. Usando questa tipologia di shaker è necessario poi utilizzare lo strainer per filtrare il drink prima di servirlo.

La vera differenza nell’utilizzo di uno shaker piuttosto che un altro è data dalla quantità di ghiaccio e aria che questi possono contenere e di conseguenza il grado di diluizione degli ingredienti. 

I bartender più esperti adottano tecniche avanzate per shakerare che permettono loro di regolare il flusso degli ingredienti all’interno dello shaker e garantire al consumatore finale un risultato di estrema eccellenza, un cocktail perfettamente equilibrato e la soddisfazione di aver regalato un’esperienza unica.

cocktail shaker

ACQUISTA ONLINE SU E-BAR.IT I TUOI BAR TOOLS

Visita il sito di E-BAR.it e acquista online l’attrezzatura barman di cui hai bisogno. Tanti modelli di shaker, strumenti per bartender, kit barman e macchine per ghiaccio: trova i prodotti più adatti alle tue esigenze.

Scrivici